close

Intervista ad Antonino Scalia, Direttore Generale di Logesta Italia

Buongiorno Antonino, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #glmsummit16. Prima di entrare nel vivo di questa breve intervista, può raccontarci qualcosa sulla sua azienda?
Logesta Italia nasce nel 2005 come divisione del gruppo spagnolo Logesta appartenente a sua volta al Gruppo Logista, operatore logistico leader in Italia, Spagna, Francia e Portogallo.
Logesta è oggi un importante player europeo riconosciuto sul mercato del trasporto a lungo raggio e grazie ad una importante politica di espansione è presente nei principali paesi europei come: Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Germania, Romania e Polonia. Da ciascuna di queste destinazioni, siamo capaci di collegare altrettanti paesi europei e non come il Marocco o la Russia. Gestiamo una flotta di oltre 1600 veicoli e abbiamo una chiara specializzazione nel trasporto di merci ad alto valore, come il tabacco, prodotti farmaceutici, Hi-tech e anche nel settore alimentare. Abbiamo disponibilità di apparecchiature di bordo di ultima generazione, sia per quanto riguarda il trasporto a temperatura controllata sia per il trasporto ad alta sicurezza.

Verrete al #glmsummit16 con qualche novità da presentare oppure siete aperti all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
La nostra interfaccia privilegiata sono le multinazionali o le grandi aziende internazionali che offrono uno spettro di azione molto ampio”, ma siamo assolutamente interessati e aperti a soddisfare qualsiasi necessità o richiesta ci venisse proposta dalla committenza.
Siamo certificati GDP e TAPA. Ultimamente abbiamo incrementato e rinnovato la nostra flotta con l’inserimento di mezzi di ultima generazione a basso impatto ecologico che ci permetteranno di aumentare la nostra copertura geografica.
Pensiamo di avere tutte le carte in regola per poter affrontare qualsiasi sfida e garantire alti standard di servizio.

La cosiddetta crisi sta per arrivare al giro di boa dei 10 anni. Mai in passato si è visto qualcosa di simile, ma spesso l’impressione è che si tratti solamente un argomento caro alla politica e ai media, mentre le aziende stanno trovando la loro strada per uscirne o ne sono già fuori. Voi come la vedete?
Credo che ciascuna azienda abbia trovato la propria strada per gestire o attenuare il colpo della crisi, anche se ho notizia di qualche società di trasporto, soprattutto medio-piccola, che purtroppo non ce l’ha fatta ed è stata costretta a chiudere. Per quanto ci riguarda non abbiamo avuto grossi problemi anzi in piena crisi siamo riusciti a consuntivare ottimi risultati e a posizionarci tra i principali vettori europei.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo al #glmsummit16.

 

Antonino Scalia, Direttore Generale di Logesta Italia

Intervista a Nicola Borghi, Operation Director di Due Torri Spa

Intervista a Nicola Borghi, Operation Director, Due Torri Spa

Industria 4.0: le applicazioni di magazzino per la realtà virtuale e aumentata di Swisslog

Intervista a Davide Vierzi, Resp.le Svil. Progetti Area Aziendale in Sistemi S.p.a.

Resta in Contatto