close

Intervista ad Angela Sgualdi, Marketing Manager Linde Material Handling

Buongiorno Angela, ci racconti qualcosa della sua azienda e dei suoi principali ambiti operativi e specializzazioni.
Linde Material Handling Italia è la filiale italiana dell’omonimo gruppo multinazionale tedesco. In Italia, così come nel resto di Europa, siamo tra i maggiori produttori leader nella fornitura di soluzioni per la movimentazione logistica delle merci. Ci occupiamo della vendita, del finanziamento e dell’assistenza di carrelli elevatori controbilanciati elettrici e diesel e carrelli da magazzino. La gamma è completa per rispondere a qualsiasi esigenza di movimentazione ed include oltre 100 modelli a listino, senza contare i veicoli personalizzati che eseguiamo su specifica richiesta dei nostri clienti.
A livello nazionale contiamo su una Rete di Vendita ed Assistenza Ufficiale composta da 18 Concessionari Partner e 4 Filiali che assicurano ai nostri clienti vicinanza e i più alti livelli di competenza tecnica.

Un veloce bilancio del 2015: è andata come vi aspettavate? C’è davvero sentore di ripresa? Cosa è andato particolarmente bene o cosa non vi aspettavate?
Il 2015 è stato un anno caratterizzato da un aumento delle vendite di carrelli sul mercato italiano e la crescita dovrebbe protrarsi anche nel 2016. Direi quindi che c’è sentore di ripresa, anche se questa affermazione va accompagnata da qualche ulteriore considerazione: innanzitutto lo scenario macroeconomico rimane instabile e questo rende difficile fare previsioni. Inoltre il nostro mercato è composto soprattutto da flotte a noleggio dove la sostituzione con il rinnovo diventa obbligatorio quando i veicoli ormai non sono più idonei. Questa dinamica può portare anche a forti oscillazioni tra un anno e l’altro nei volumi.

Il 2016 è appena iniziato; quali sono secondo voi i trend più interessanti del vostro settore o ambito per quest’anno?
Guardando al futuro i nostri clienti si avvicinano sempre di più alle nuove tecnologie digitali che trasformeranno profondamente anche i settori industriali, la cosiddetta Industry 4.0. Penso alla digitalizzazione delle fasi di produzione e supply chain, un modello con il quale dobbiamo iniziare a fare i conti perché sta portando e porterà a nuovi modi di movimentare le merci e a nuovi modi di interazione tra persone, veicoli e dati. Mi riferisco ad esempio ai carrelli con sistemi di guida automatica che sostituiscono i compiti più ripetitivi e a basso valore aggiunto dell’operatore o ai carrelli robotizzati che interagiscono con le persone nella logistica dei flussi. Tutto questo risponde alle richieste di ottimizzazione dei processi , riduzione dei costi e aumento della produttività dei nostri clienti.

Avete già partecipato ad uno dei nostri eventi? Cosa vi aspettate dalla due giorni del 13 e 14 aprile?
Partecipiamo abitualmente al Global Summit Logistics, perché è un’occasione per entrare in contatto con nuovi potenziali clienti, prendere parte ai workshop organizzati su temi specifici e promuovere le nostre novità . Da questi due giorni mi aspetto di generare ulteriore interesse e richieste di approfondimento rispetto ai nostri prodotti e servizi.

Quali sono le novità che presenterete al Global Summit?
Linde presenta gli stoccatori robotizzati Linde L-MATIC L HP e L-MATIC AC, il trattore robotizzato Linde P-MATIC e il transpallet T-MATIC. Si tratta dei carrelli elevatori robotizzati senza operatore che rappresentano una soluzione ancora più efficiente per il flusso interno delle merci. Sono venduti con il marchio Linde Robotics e sviluppati in collaborazione con l’esperto di robotica Balyo.
Rispetto ai veicoli tradizionali dotati di sistemi di guida automatizzata (AGV) o ai carrelli industriali automatizzati con riflettori laser, i carrelli robotizzati Linde “Driven by Balyo” si muovono senza bisogno di infrastrutture. Fanno affidamento sulle caratteristiche strutturali esistenti come muri, scaffali, o colonne. Questa soluzione è più economica, più semplice da installare, e può facilmente adattarsi ai cambiamenti nell’ambiente.

Grazie per averci concesso questa intervista e a presto.

Angela Sgualdi, Marketing Manager di Linde Material Handling Italia

Quando il picking è strategico: Incas Spa

Intervista ad Andrea Valletta, Business Unit Manager di GESP

Intervista a Fabrizio Arnaldi, Direttore Commerciale di Plannet

Aspettando il Global Summit Logistics & Supply Chain 2016

Resta in Contatto