close

Intervista ad Alessandro Cola, CEO & Founder della Xplace

Buongiorno Alessandro, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GMSummit17. Siete già venuti al Global Summit? Cosa vi aspettate da questo evento ed eventualmente cosa avete apprezzato delle altre partecipazioni?
Abbiamo partecipato alla precedente edizione del Global Summit ed è stata un’esperienza molto positiva ed interessante, tanto che abbiamo deciso di tornare anche quest’anno. Quello che ci aspettiamo è di poter mostrare di cosa siamo capaci, seppur nel poco tempo a disposizione. Ma noi siamo abituati a dare il meglio in situazioni come queste, è il nostro lavoro.

Il 2017 è iniziato da poco. Come è stato per la sua azienda l’anno che si è appena concluso e con quale spirito e progettualità affrontate quello nuovo?
Fantastico! Abbiamo aumentato il fatturato, incrementato il nostro organico con persone capaci e motivate, abbiamo iniziato a collaborare con nuovi e importanti clienti, raggiunto gli obiettivi di quelli già in essere e in qualche caso li abbiamo addirittura superati. Che cosa volere di più?
Anche il 2017 è iniziato in modo assolutamente positivo, come sempre all’insegna della creatività, con nuovi progetti da preparare e molte attività da pianificare, attività di cui andiamo molto fieri e che partiranno a breve. E per ricevere nuovi stimoli abbiamo fatto anche, con il team Xplace, un piccolo viaggio a Londra: davvero molto interessante.

Verrete al #GMSummit17 per presentare in particolare qualche novità oppure siete aperti con le vostre proposte all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
Il nostro lavoro è quello di ascoltare e farci carico delle esigenze delle aziende, ovviamente, e saremo al Global summit per questo. Ma c’è anche un’altra cosa che mi preme molto comunicare. La Xplace, nell’ultimo anno, è cambiata ancora da una parte allargando la sua offerta e dall’altra focalizzandosi in particolar modo sul mondo dei social media: abbiamo realizzato molte attività speciali che hanno generato grande engagement, aumentando la brand awareness dei nostri clienti e, in alcuni casi, portando risultati concreti anche in termini di crescita economica. E questo ci ha fatto capire che il modo in cui facciamo il nostro lavoro è quello giusto: da quando il web è passato in secondo piano, tutto è cambiato e chi non si adatta è destinato a scomparire. Ma i partecipanti al Global Summit avranno modo di capire meglio a cosa mi riferisco se decideranno di seguire il mio workshop…

Quali sono secondo voi le sfide che attendono le aziende nel 2017? C’è qualcosa su cui ci si deve necessariamente confrontare, per non perdere treni e passaggi importanti, in questo scenario in continua evoluzione?
Tornando a quello che ho raccontato prima circa i risultati ottenuti attraverso l’engagement, si tratta davvero di qualcosa di cruciale, perché si inserisce perfettamente in quello scenario in continua evoluzione a cui accennavi. Negli ultimi anni la fiducia del consumatore nei confronti dei brand sembra essere in continua discesa e molte aziende si rivolgono a noi perché non capiscono che cosa stia succedendo… In realtà molto spesso il problema è che i brand non riescono a comunicare davvero con le persone, specie sui social che ormai sono il mezzo privilegiato per farlo: il punto è che non basta esserci e creare contenuti che gli utenti dovrebbero subire in modo passivo, è l’interazione ad essere fondamentale. E la prontezza: agire real time, essere autentici, coerenti, spontanei e quindi credibili, solo questo paga davvero. Non bisogna mai dimenticare che il rapporto fra brand e persone resta, a tutti gli effetti, un rapporto uno a uno fra persone.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Lazise (VR).

Alessandro Cola, CEO & Founder della Xplace

La Carta dei Diritti del Web de Il Camelopardo

Il professor Fiocca ai marketing manager del futuro

Intervista a Paolo Dagrada, CEO & Creative Director di SDWWG

Intervista a Francesco Mason, Account Director di Site by Site

Resta in Contatto