close

Intervista a Raffaele D’Ambrosio, Sales Manager, GESP S.r.l.

Buongiorno Raffaele, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GLSummit17. Cosa vi aspettate dalla partecipazione a questo evento?
Vogliamo incontrare tutte le aziende che hanno il problema della pianificazione e della ottimizzazione dei giri di consegna delle merci.
Le attività da svolgere per la distribuzione delle merci, infatti, sono numerose e complesse. L’utilizzo di una piattaforma informatica per la pianificazione e la ottimizzazione della delivery è diventata una priorità ed una necessità al fine di offrire al cliente finale un servizio di distribuzione rapido ed efficiente.

Quali sono le sfide più importanti che l’azienda dovrà affrontare quest’anno, che molti definiscono come cruciale?
La sfida aziendale più importante è dare la possibilità ai nostri clienti di non sprecare tempo e risorse nella pianificazione dei giri di consegna, di tracciare la posizione dei mezzi in ogni istante, in modo da avvisare il cliente che la merce gli arriverà nei prossimi 5 minuti e di controllare la temperatura a bordo dei mezzi refrigerati, per evitare che la merce arrivi a destinazione deteriorata.

Verrete al #GLSummit17 per presentare qualche novità oppure siete all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
Nasciamo come azienda di progetti e servizi, per cui siamo sempre attenti alle esigenze e alle richieste dei clienti, dalle quali traiamo ispirazione per la realizzazione dei nostri prodotti.
Vogliamo presentare la nostra piattaforma per i trasporti e la mobilità – ROOTS – e raccontare, giustappunto, un importante case study sulla tracciabilità della delivery realizzato con un’azienda leader nella distribuzione alimentare. Abbiamo chiesto di incontrare società che si occupano della distribuzione di merci su territorio, in particolare quelle del settore food, per dimostrargli come risolviamo il problema dei percorsi di distribuzione, del monitoraggio delle consegne e della salvaguardia della catena del freddo. Siamo sicuri di essere un elemento di differenziazione nel panorama specialistico.

Il 2017 è appena iniziato; quali sono secondo voi i trend più interessanti del vostro settore o ambito per quest’anno?
Abbiamo implementato l’Internet of Things della logistica applicato alla supply chain. L’IoT, infatti, consente di connettere un enorme numero di risorse (sensori, navigatori, gps) lungo la supply chain per raccogliere dati necessari a migliorare le capacità di risposta ai problemi generati nell’ambito delle consegne, nonché a migliorare i valori dei principali indicatori di performances (quali il tempo di consegna, il rispetto della fascia oraria, il tempo di risposta al cliente, il tasso di ordini falliti e così via). I nostri clienti ne avranno sicuramente un vantaggio competitivo.

Rispetto al rapporto che avete con i vostri clienti e con chi si avvicina per la prima volta ai vostri prodotti e servizi, quali ritenete essere le priorità su cui ci si deve necessariamente confrontare, per non perdere treni e passaggi importanti, in questo scenario in continua evoluzione?
Ci concentriamo sull’aumento della redditività del cliente. Il nostro prodotto ha come obiettivo l’ottimizzazione del lavoro dei nostri clienti con una riduzione dei costi e, di conseguenza, l’innalzamento dei margini. Statisticamente – è dimostrato – che i risparmi derivanti da una gestione ottimale della flotta – propria o di terze parti – è pari a due cifre percentuali.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 28 e 29 marzo a Bologna.

Raffaele D’Ambrosio, Sales Manager, GESP S.r.l.

Intervista a Filippo Indovina, Direttore Generale, KNAPP ITALIA

Intervista a Veronica Peressotti, Marketing Manager di Tecnest

Intervista a Giuseppe Cicoira, Amministratore Unico Smart Sud Systems

Intervista a Vincenzo Verità, Direttore b.u. IT &POS, ASEM S.p.A.

Resta in Contatto