close

Intervista a Piero Vento, CEO di Eure

Buongiorno Piero, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GMSummit17. Siete già venuti al Global Summit? Cosa vi aspettate da questo evento ed eventualmente cosa avete apprezzato delle altre partecipazioni?
È il primo anno che partecipiamo a questo evento e le aspettative sono molto alte considerato il livello top marketing dell’iniziativa. Desideriamo incontrare interlocutori autorevoli, con potere decisionale, che abbiano esigenze concrete e siamo sicuri di essere nel posto giusto. Il pubblico che prende parte a questo appuntamento è formato da professionisti che non hanno bisogno di essere introdotti nel mondo digitale, ma alla reale ricerca di soluzioni efficaci e performanti garantite da fornitori evoluti, competenti e in grado di ottimizzare gli investimenti nel settore.

Il 2017 è iniziato da poco. Come è stato per la sua azienda l’anno che si è appena concluso e con quale spirito e progettualità affrontate quello nuovo?
Il 2016 è stato per noi un anno estremamente positivo. Abbiamo ampliato il nostro portfolio di clienti con brand importanti nel panorama italiano ottenendo ottimi risultati e siamo certi che questo trend continuerà anche nel 2017 considerate le nuove realtà che già si stanno avvicinando ai nostri servizi. Quest’anno puntiamo soprattutto sull’e-commerce, settore in cui offriamo ai clienti una gestione a 360°, dalla creazione della piattaforma alla logistica passando per la realizzazione e il monitoraggio delle campagne adv. Inoltre crediamo che l’unione tra partner digitale e industriale sia il binomio perfetto per fare new business. Sviluppo di canali di vendita online da una parte e prodotto dall’altra, insieme per dare vita a start up capaci di conquistare ulteriori mercati, generando nuovo fatturato. Altro capitolo per noi molto rilevante sono i social, piattaforme assolutamente da non sottovalutare per una strategia di web marketing di successo.

Come avete appena accennato anche i canali social giocano un ruolo significativo. Voi che servizi proponete ai vostri clienti in questo campo?
Le community sono e saranno sempre più la piazza virtuale dove si consumerà l’esperienza di acquisto e le aziende non possono non essere presenti laddove il consumatore interagisce maggiormente. Per costruire una reputazione affermata e credibile diventa quindi fondamentale ascoltare, intervenire e confrontarsi con l’utente attraverso una modalità di comunicazione più diretta e “autentica”. Essere sui social è facile, ma la vera difficoltà sta nel dedicare alla propria pagina la cura, l’attenzione e la professionalità che necessita. Ecco perché proponiamo una gestione completa, chiavi in mano, che consiste in: analisi dei competitor, progettazione del piano editoriale, redazione dei post, interazione con gli utenti e reportistica.

Verrete al #GMSummit17 per presentare in particolare qualche novità oppure siete aperti con le vostre proposte all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
A fronte di molte richieste, cresciute notevolmente negli ultimi anni, abbiamo sviluppato internamente un’elevata competenza anche nel barter, più comunemente conosciuto come cambio merce, individuando partner affidabili e modalità migliori. E proprio su questa competenza abbiamo deciso di focalizzare il nostro workshop all’evento. Oggi una buona strategia di brand awareness e performance non può trascurare un’efficace e ben strutturata attività di web marketing, ma purtroppo non sempre i budget aziendali permettono di attuare scelte, pur con la consapevolezza del loro concreto valore. Riqualificare quindi le giacenze in magazzino, trasformandole in un plus per sostenere economicamente e in tempi brevi gli investimenti di advertising online può essere la soluzione perfetta.

Quali sono secondo voi le sfide che attendono le aziende nel 2017? C’è qualcosa su cui ci si deve necessariamente confrontare, per non perdere treni e passaggi importanti, in questo scenario in continua evoluzione?
Il mondo digitale è complesso e ricco di luci e ombre. La strada non è facile e improvvisare non conviene. Da una parte le aziende devono avere l’umiltà di ascoltare i partner che li sostengono, dall’altra i fornitori devono possedere la capacità e le competenze necessarie per definire e realizzare strategie sinergiche con certezza di risultato. Un approccio fondamentale considerata anche la velocità con cui muta ed evolve il web. La sfida più grande per i partner come noi sta nella costante ricerca di soluzioni innovative e all’avanguardia capaci di rispondere al meglio alle dinamiche che si sviluppano nel digital. Le soluzioni di oggi, domani sono già “vecchie”. Ecco perché è importante affidarsi a fornitori attenti, preparati e competenti, sempre a passo con i tempi e con lo sguardo rivolto al futuro pronti ad intercettare i veri interessi delle aziende e garantire loro proposte concrete e in linea con le loro aspettative e con quanto richiede il mercato.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Lazise (VR).

Piero Vento, CEO di Eure

Intervista ad Alvise De Nardi, Digital Business Development Talkwalker

Intervista a Daniele Borgonovo, International Business Developer di Tinext

Intervista a Daniele Borgonovo e Stefano Zoia di Tinext

Intervista ad Alessandro Scartezzini, CEO di Webperformance Srl

Resta in Contatto