close

Intervista a Piermario Tedeschi, Managing Director di Digital Angels

Buongiorno Piermario, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GMSummit17. Siete già venuti al Global Summit?
Si, abbiamo già partecipato alle altre edizioni e devo dire che è sempre molto stimolante confrontarsi con le aziende, ma anche con le altre agenzie presenti.
Ci piace incontrare i delegates per capire quali sono le esigenze reali ed attuali del mercato e per spiegare la nostra visione sul digital. Uno dei vantaggi che più apprezziamo del GMSummit è il tempo a disposizione per ascoltarli, interpretare le loro necessità e strategie, ma anche soprattutto la varietà dei settori coinvolti.

Il 2017 è iniziato da poco. Come è stato per la sua azienda l’anno che si è appena concluso e con quale spirito e progettualità affrontate quello nuovo?
Il 2016 per Digital Angels è stato un anno pivot: siamo cresciuti in maniera significativa sia in termini di organico, sia di revenue e Clienti, crescendo a doppia cifra ma senza snaturare il nostro posizionamento. Inoltre, proprio quest’anno Google ci ha promosso da Partner Standard a Partner Premier e siamo stati i primi in Italia ad ottenere tutte le 5 specializzazioni (Search, Display, Modile, Shopping e Video – cfr https://goo.gl/hVn071).
Il 2017 inizia con una nuova sede romana, l’apertura della sede secondaria a Milano e la partecipazione a cicli di formazione advanced organizzati da Facebook Italia.

Verrete al #GMSummit17 per presentare in particolare qualche novità oppure siete aperti con le vostre proposte all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
Siamo qui per ascoltarvi, per analizzare le vostre necessità e costruire delle strategie insieme.
Inoltre, Donatello Guarino Account Director dell’agenzia, terrà un un workshop sull’approccio integrato al paid media, presentando i casi Eataly ed Il Sole 24 ORE i cui temi sono anticipati sul nostro sito www.digitalangels.com.

Quali sono secondo voi le sfide che attendono le aziende nel 2017? C’è qualcosa su cui ci si deve necessariamente confrontare, per non perdere treni e passaggi importanti, in questo scenario in continua evoluzione?
Forse siamo controcorrente, ma crediamo che quest’anno l’organico sia sui motori di ricerca, sia sui social, continuerà a scendere, soprattutto se confrontato con il paid. Sarà sempre più importante gestire correttamente la pianificazione dei budget pubblicitari, ottimizzando la modalità, il targeting ed i canali giusti. E poi ovviamente, native, programmatic, mobile e multicanalità.

Quali sono al momento i personaggi del digitale italiano cui attribuite una vision o una prospettiva più lucida e che vi ispirano in ambito lavorativo?
Limitandosi al panorama italiano, seguo con vivo interesse Paola Bonomo, Anna Matteo e Fiorella Passoni, sicuramente tra le top manager che ho potuto incontrare. Paolo Iabichino uno dei migliori direttori creativi italiani, Franco Denari ed Andrea Casalini a livello digital. In ambito accademico ammiro il prof. Michele Costabile tra i pochi abile a far dialogare correttamente università ed aziende.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Lazise (VR).

Piermario Tedeschi, Managing Director di Digital Angels

Intervista a Piero Vento, CEO di Eure

Intervista a Rinaldo Zambello, Chief Executive Officer di NUR Internet Marketing

Intervista a Giovanni Cova, Presidente di QMI

Intervista a Gaetano Grizzanti, CEO di Univisual

Resta in Contatto