close

Intervista a Nicola Borghi, Operation Director di Due Torri Spa

Buongiorno Nicola, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #glmsummit16. Prima di entrare nel vivo di questa breve intervista, può raccontarci qualcosa sulla sua azienda?
Due Torri, azienda italiana fondata nel 1974, gestisce tutte le attività e i processi di magazzino. Da oltre 40 anni specializzata nel settore della logistica integrata, oggi si propone come partner 4PL in grado di assicurare una gestione ottimale dei flussi fisici e informativi dell’intera supply chain e di fornire un servizio a 360 gradi ai propri Clienti.
Due Torri negli anni ha saputo innovarsi e creare forte expertise in altri settore quali l’Ecommerce. Scegliere di avvalersi dell’esperienza e della competenza di un partner logistico come Due Torri significa scegliere affidabilità e solidità finanziaria, efficienza ed efficacia, personalizzazione, innovazione e miglioramento continuo. Queste caratteristiche costituiscono il valore aggiunto di Due Torri e da sempre sono i requisiti fondamentali per soddisfare le esigenze dei nostri Clienti.

Verrete al #glmsummit16 con qualche novità da presentare oppure siete aperti all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
Saremo presenti al #glmsummit16 con un workshop dal titolo “Gli strumenti operativi per efficientare il ciclo produttivo”, nel quale saranno identificati e descritti gli strumenti operativi utili per efficientare il ciclo di lavorazione, prendendo in esame il business case di una nota azienda produttiva. Dopo aver analizzato il percorso di outsourcing logistico, ne definiremo i fattori di successo.

Quello cui prenderete parte è un evento che mette in contatto diretto la domanda e l’offerta del settore della gestione della (intra) logistica, della produzione e della supply chain. Come valuta lo stato di questo settore, in Italia?
Nel mercato italiano la supply chain è sempre stata considerata un costo da ridurre piuttosto che un investimento utile alla crescita e al rilancio dell’azienda. Fortunatamente, però, nell’ultimo anno sono emersi dei chiari segnali di inversione di questa tendenza.
Negli ultimi anni inoltre si sta registrando un aumento della domanda, non solo dal punto di vista quantitativo, ma soprattutto da quello qualitativo: la qualità del servizio è l’elemento chiave. È importante quindi riuscire a rispondere con una offerta competitiva, soprattutto nell’ottica globale dove i principali competitors sono le multinazionali e le grandi aziende.

Se poteste consigliare ad un vostro potenziale cliente qualcosa da fare subito, per migliorare il proprio lavoro, i propri prodotti o servizi e che voi potete aiutarlo a fare, cosa gli consigliereste?
La migliore scelta che un cliente può fare è concentrarsi sul proprio core business: focalizzarsi su attività non strategiche può portare ud uno spreco di risorse e tempi. Esternalizzando queste attività il cliente può trarre diversi benefici, tra cui la riduzione dei costi, la flessibilità e la possibilità di valorizzare la propria attività.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo al #glmsummit16.

Nicola Borghi, Operation Director di Due Torri Spa

Intervista a Veronica Peressotti, Resp. Marketing e Comunicazione Tecnest

Intervista a Cristiano Palladini, Amministratore Delegato TESAR S.p.A.

Intervista a Francesco Stolfo, Partner ToolsGroup

Il production system come fonte di vantaggio

Resta in Contatto