close

Intervista a Marco Marella, Sales Manager di FasThink

Buongiorno Marco, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #glmsummit16. Prima di entrare nel vivo di questa breve intervista, può raccontarci qualcosa sulla sua azienda?

Fasthink è composta da un team che da oltre dieci anni lavora nei settori della logistica e della produzione, specializzato nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di soluzioni e componenti dedicati alla identificazione automatica, alla tracciabilità e alla automazione industriale. I progetti di Fasthink si sviluppano partendo dall’analisi della esigenza del cliente per poi passare alla consulenza progettuale e alla integrazione con le tecnologie di identificazione RFID, Mobile computing, Wireless networking e Localizzazione. Il risultato sono soluzioni capaci di migliorare la produttività, l’organizzazione e la razionalizzazione dei processi, ma soprattutto di garantire la completa integrazione con i sistemi informatici già presenti in azienda. Questo consente una operatività più rapida, la valorizzazione e il mantenimento dei dati e dei flussi informativi già in essere.

Verrete al #glmsummit16 con qualche novità da presentare oppure siete aperti all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?

La nostra presenza al Global Summit ci consente di presentare soluzioni di identificazione già consolidate con installazioni nell’ambito della logistica e nei processi di produzione. In particolare presenteremo il sistema PICK TO LIGHT che grazie alla comunicazione wireless azzera i costi di cablaggio, riduce sensibilmente gli errori di picking ottimizzando i tempi di prelievo; inoltre presenteremo la piattaforma middleware CONNECT per facilitare l’integrazione delle tecnologie di identificazione con i sistemi informatici.

Quello cui prenderete parte è un evento che mette in contatto diretto la domanda e l’offerta del settore della gestione della (intra) logistica, della produzione e della supply chain. Come valuta lo stato di questo settore, in Italia?

Le nuove tecnologie hanno consentito di migliorare notevolmente i processi di logistica e di supply chain con soluzioni di mobile device, sistemi RFID e altro portando ai sistemi informatici la digitalizzazione dell’informazione come prevede l’approccio di Industria 4.0. Pertanto riteniamo che se i progetti di identificazione vengono analizzati e installati con successo il riscontro da parte del cliente può essere molto efficace sia in termini di ritorno dell’investimento e sia come efficienza del sistema e riduzione costi.

La cosiddetta crisi sta per arrivare al giro di boa dei 10 anni. Mai in passato si è visto qualcosa di simile, ma spesso l’impressione è che si tratti solamente un argomento caro alla politica e ai media, mentre le aziende stanno trovando la loro strada per uscirne o ne sono già fuori. Voi come la vedete?

Dalla nostra esperienza degli ultimi due anni rileviamo che molte aziende nel settore manifatturiero e dei servizi sono predisposte ad analizzare e ad integrare soluzioni di identificazione e tracciabilità per l’incremento della produttività, l’ottimizzazione dei processi e per il cost saving e la nostra offerta va proprio in questa direzione. Va considerato che con i provvedimenti proposti nella recente legge finanziaria il governo prevede di incentivare sensibilmente le aziende che investiranno nell’approccio Industria 4.0.

Se poteste consigliare ad un vostro potenziale cliente qualcosa da fare subito, per migliorare il proprio lavoro, i propri prodotti o servizi e che voi potete aiutarlo a fare, cosa gli consigliereste?

Il consiglio che ci sentiamo di dare alle aziende che vogliono innovare e quindi di avere le possibilità di competere in futuro nel mercato globale, è di analizzare i processi interni e valutare dove è possibile migliorarli, a questo proposito saremmo in grado di dare il nostro contributo basato sulla esperienza di molteplici progetti realizzati con successo.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo al #glmsummit16.

Intervista a Marco Marella, General manager di FasThink

Intervista a Helmut Kirchner, AD e Fondatore, Cybertec

Intervista a Paolo Donno, Responsabile Commerciale di FACS Srl

Intervista a Fabio Valgimigli, Managing Director di Quin

Resta in Contatto