close

Intervista a Marco Crasnich CEO di Overlog

Buongiorno Marco, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #glmsummit16. Prima di entrare nel vivo di questa breve intervista, può raccontarci qualcosa sulla sua azienda?
Overlog è nata nel 2008 dalla fusione dell’esperienza tipica dei suoi fondatori nel settore della logistica e nei processi di produzione, con la acquisizione di una azienda e di tutto il suo vastissimo background incluso il mondo applicativo dei WMS con il suo sistema SLIM2K. Quest’ultimo negli anni si è evoluto ed ampliato fino a diventare oggi una proposta multifunzionale operativa che ci regala molte soddisfazioni. Il nostro rapporto con il mercato è e sarà, sempre di più, di affiancamento ai clienti per la realizzazione di progetti logistici. Siamo capaci di interpretare i bisogni del cliente facendo della nostra esperienza uno dei fattori chiave e potendo offrire un ambiente di soluzioni progettuali ed informatiche in grado di concretizzare e realizzare con successo le necessità del cliente. Questa è veramente la nostra focalizzazione, il nostro nuovo core-businness.

Verrete al #glmsummit16 con qualche novità da presentare oppure siete aperti all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
Ascoltiamo e ci confrontiamo sempre e tantissimo. Ascoltare è una risorsa fondamentale, oggi ancor più che in passato. Le cose che si costruiscono insieme, in ottica collaborativa e di partnership, sono quelle che hanno poi maggior successo. In questo senso ci siamo inseriti nel programma di questa splendida manifestazione che è il GLMSummit con due appuntamenti.
Nel primo incontro raccontiamo una esperienza fatta con un cliente, Tecnosystemi, dove abbiamo lavorato fianco a fianco con la direzione e gli specialisti di processo per fare in modo che l’implementazione del nostro WMS fosse occasione di una più generale attività di innovazione nella loro azienda. Il WMS come strumento di Change management.
Nel secondo incontro saremo con Mermec Group al GLMSummit2016 per presentare una novità assoluta: Noah. Si tratta del primo sistema per la misura automatica dei volumi di pallet in movimento. Installabile nelle aree di spedizione o direttamente sulle baie di carico, associa le misure di volume con le informazioni delle unità di carico. Noah è già stato implementato nei nostri sistemi applicativi e lo abbiamo già installato presso un nostro cliente. Presentiamo un pezzo di futuro e ne siamo orgogliosi.

Quello cui prenderete parte è un evento che mette in contatto diretto la domanda e l’offerta del settore della gestione della (intra) logistica, della produzione e della supply chain. Come valuta lo stato di questo settore, in Italia?
Ci rendiamo conto che apparteniamo ad un segmento del mercato che sta diventando sempre più centrale per le crescite aziendali e nel panorama più complessivo. La logistica ed i comparti al suo servizio come l’ICT vanno a rispondere in maniera crescente all’intera domanda di soddisfazione di bisogni sia in ambito BTC sia B2B per garantire tempi, flessibilità e reattività. Il settore lo percepiamo in crescita e riteniamo ci siano anche interessanti opportunità nel breve e medio periodo. A questo ci dobbiamo preparare e credo in Italia ci sia ancora molta strada da fare.

La cosiddetta crisi sta per arrivare al giro di boa dei 10 anni. Mai in passato si è visto qualcosa di simile, ma spesso l’impressione è che si tratti solamente un argomento caro alla politica e ai media, mentre le aziende stanno trovando la loro strada per uscirne o ne sono già fuori. Voi come la vedete?
Il processo è ancora lungo, i segnali di risveglio percepiti hanno ancora le gambe fragili, la ripresa comunque c’è e si vede anche se il sistema Italia non ha ancora risposto positivamente alle grandi sfide che riguardano alcuni dei suoi grandi deficit.
Per le aziende rispondere in termini di competitività a tutto questo è tremendamente difficile ma forse è davvero il momento di pensare positivo. Ci sono i presupposti.

Se poteste consigliare ad un vostro potenziale cliente qualcosa da fare subito, per migliorare il proprio lavoro, i propri prodotti o servizi e che voi potete aiutarlo a fare, cosa gli consigliereste?
Non è più il tempo del “fai da te”, la specializzazione è la vera risposta. Ognuno faccia al meglio quello che sa fare meglio. Overlog può garantire ad un cliente/partner una risposta che porti alla ottimizzazione dei suoi processi operativi logistici, alla implementazione di progetti di efficientamento in questo settore. La prima cosa che proporremmo è una rivisitazione dei suoi processi per la individuazione della reale fisionomia della sua necessità, con la confidenza di essere in grado di concretizzare i risultati e gli obiettivi fissati.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo al #glmsummit16.

Marco Crasnich, CEO di Overlog

Intervista a Luca Di Roma, WebRainbow Offering Manager Hitachi Systems CBT

Intervista a Mauro Corona, Country Sales Manager Dematic

Intervista a Lorenzo Di Salvatore, socio e responsabile commerciale Technolog

Intervista a Giovanni Giovannini, Key Account Manager Sphera Outsourcing

Resta in Contatto