close

Intervista a Loreno Leri, Head of Marketing di OM STILL

Buongiorno Loreno, ci racconti qualcosa della sua azienda e dei suoi principali ambiti operativi e specializzazioni.
OM STILL è leader nella progettazione e nella produzione di carrelli elevatori, macchine da magazzino, trattori e sistemi per la logistica integrata che si caratterizzano per qualità, affidabilità ed eccellenza tecnologica. In Italia possiamo contare sulla più solida e capillare rete di vendita e assistenza presente sul territorio, composta da 6 filiali, oltre 60 tra concessionari e partner, 700 tecnici di assistenza e oltre 130 funzionari commerciali.
Ma OM STILL è attiva con successo anche a livello mondiale grazie a 7000 dipendenti, 18 filiali nazionali, 240 concessionari e 2.000 officine di assistenza in tutto il mondo. Per questo siamo partner affidabili e sempre presenti, ovunque siano i nostri clienti e ovunque sia il loro business.

Un veloce bilancio del 2015: è andata come vi aspettavate? C’è davvero sentore di ripresa? Cosa è andato particolarmente bene o cosa non vi aspettavate?
Il 2015 è stato per noi un anno molto positivo, abbiamo infatti saputo cogliere il trend di crescita del mercato, che ha segnato un incremento di circa il 20%. Questo risultato premia il lavoro che abbiamo svolto, siamo riusciti a far comprende ai clienti che i soldi spesi per acquistare un carrello OM STILL non sono un costo ma un investimento, un investimento in prodotti di assoluta qualità, che garantiscono nel tempo enormi risparmi in termini di riduzione dei consumi ed aumento dell’efficienza.

Quali obiettivi vi ponete per il 2016 e quali saranno, secondo voi, i trend di sviluppo del mercato?
L’obiettivo per il 2016 è consolidare la crescita, e incrementare la nostra presenza nel segmento dei carrelli da magazzino. In questo comparto abbiamo enormi potenzialità grazie anche all’introduzione di importanti novità quali le soluzioni di logistica orizzontale, apprezzatissime dalle aziende con una produzione Lean, e le nuovissime batterie agli ioni di litio, che hanno enormi vantaggi in termini di velocità e frequenza di ricarica, oltre ad avere un ciclo di vita più lungo rispetto alle batterie al piombo tradizionali.

Avete già partecipato ad uno dei nostri eventi? Cosa vi aspettate dalla due giorni del 13 e 14 aprile?
Abbiamo partecipato lo scorso anno, focalizzando la nostra presentazione sui vantaggi derivanti dall’utilizzo dei treni con rimorchi al posto dei carrelli elevatori nella lean production. Ci siamo trovati molto bene, in particolare abbiamo notato con piacere che il pubblico era numeroso, variegato, qualificato, competente e attento. Lo speech che facemmo in quell’occasione generò grande curiosità e alcuni contatti, dai quali nel tempo sono scaturite opportunità commerciali. Complessivamente questo genere di eventi sembra si stia imponendo come alternativa qualificata, ed economica, alle fiere. Questi forum sono infatti partecipati da operatori specializzati, generano utili momenti di confronto e hanno un buon rapporto costi-benefici.

Quali sono le novità che presenterete al Global Summit?
Il futuro della logistica riguarda da un lato l’automazione, dall’altro i software a supporto della flotta. Quest’anno ci concentreremo proprio su quest’ultimo aspetto. In particolare parleremo del FleetManager 4x, un software sviluppato da OM STILL che consente di efficientare la gestione della flotta verificando ad esempio l’effettivo utilizzo di ciascun carrello, così da compiere una rotazione che consenta di evitare l’eccessivo logorio di alcuni a fronte del poco utilizzo di altri. Il FleetManager ha però un potenziale enorme anche in termini di sicurezza, consente ad esempio di negare l’utilizzo dei carrelli più complessi agli operatori più inesperti o addirittura di far sì che operatori differenti possano utilizzare il medesimo carrello ma con parametri di accelerazione, frenata, velocità massima differenti in base all’esperienza. Infine, il FleetManager è dotato di un sistema di reporting che consente di verificare, ad esempio in caso di incidenti, se il mezzo coinvolto nell’urto era guidato nel modo corretto. In questo modo è possibile responsabilizzare gli operatori nei confronti di un corretto utilizzo dei carrelli.

Grazie Loreno, ci vediamo ad aprile a Bentivoglio.

 

Loreno Leri, Head of Marketing di OM STILL

Intervista a Fabrizio Crisafulli Presidente del C.d.a. Crisafulli Express

Intervista a Raffaele D’Ambrosio, Sales Manager, GESP S.r.l.

E-Commerce models ed esperienze a confronto: Tringale per Geodis

Intervista a Luca Aspesi e Alessandro Zampella di WTC Malpensa Airport

Resta in Contatto