close

Intervista a Giovanni Cova, Presidente di QMI

Buongiorno Giovanni, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GMSummit17. Siete già venuti al Global Summit? Cosa vi aspettate da questo evento ed eventualmente cosa avete apprezzato delle altre partecipazioni?
È la prima volta che Qmi partecipa al #GM Summit. Siamo la prima azienda italiana di Entertainment Marketing e Communication e la nostra mission è quella di aiutare le aziende a rendere efficace la propria comunicazione grazie alla forza dell’intrattenimento. Questa ci sembra una buona occasione per presentarci.

Come siete strutturati a livello digital per rispondere alle esigenze sempre più diversificate del mercato?
In seno a QMI è nata QMI Interactive, l’anima digitale del gruppo. Abbiamo iniziato con il cinema e questo ci ha regalato una sensibilità speciale per l’engagement basato sui contenuti e l’intrattenimento. Poi abbiamo combinato questa sensibilità con la curiosità, le competenze tecniche e l’approccio pratico del nostro team di ingegneri, applicandoli allo sviluppo software e alla comunicazione online.
Ora supportiamo quasi tutti i produttori e distributori cinematografici, dagli studios come Warner e Disney agli Italiani come Medusa, nello sviluppare progetti di marketing digitale efficaci e creativi per i loro film.
E aiutiamo brand come Poste Italiane e Sky a coinvolgere i loro clienti con strumenti e iniziative online uniche, innovative e misurabili, basate sui contenuti e sull’analisi di dati e insights.

Il 2017 è iniziato da poco. Come è stato per la sua azienda l’anno che si è appena concluso e con quale spirito e progettualità affrontate quello nuovo?
Nel 2016 QMI è stata al centro di importanti operazioni nell’ambito dell’entertainment marketing, tra cui spicca la ‘collaborazione speciale’ tra Media World e il film di Aldo Giovanni e Giacomo “Fuga da Reuma Park”, culminata in un’attività di branded content unica nel suo genere.
Dello stesso periodo è l’attività legata al cinepanettone di Fausto Brizzi “Poveri ma ricchi”, che ha visto il coinvolgimento di brand molto conosciuti come Lidl e Unieuro.
In questo caso il ruolo di QMI è stato quello di identificare e coinvolgere alcuni partner che, per valori e messaggi, fossero affini alle esigenze di sceneggiatura e che sposassero il progetto anche in fase di promozione.
Un’altra case di grande successo è stata quella che ha legato il brand Subito.it a “Mamma o papà”, la nuova commedia di Riccardo Milani con Paola Cortellesi ed Antonio Albanese in uscita il 14 febbraio.
In linea con il tono dissacrante del film, QMI, a cui è stata affidata la comunicazione integrata e digital, ha realizzato per la community di Subito delle pillole natalizie, che hanno generato oltre 1M di total views.
Guardando al futuro prossimo, ci attendono nuove sfide: una tra tutte porta il nome di “Ferrante Fever”, il film documentario di Giacomo Durzi, di cui QMI è produttore associato insieme a Malia Film. La pellicola si configura come un viaggio che parte dall’America fino ai vicoli di Napoli, attraverso l’opera di Elena Ferrante, i luoghi dei suoi romanzi, lo sguardo di grandi personaggi e testimoni d’eccezione.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Lazise (VR).

Giovanni Cova, Presidente di QMI

Intervista a Brunella Brindani, Account Executive copiaincolla

Intervista a Roberto Vicenzi di Centro Computer

Intervista a Piermario Tedeschi, Managing Director di Digital Angels

Intervista a Moira Fadini, Mktg & Communication Manager di 4-flying.com

Resta in Contatto