close

Intervista a Giorgio Tesorieri, Vicepresidente di Infolog SpA

Buongiorno Giorgio Tesorieri, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GLMSummit17. Cosa vi aspettate da questo evento? Con quale spirito vi apprestate a prendervi parte?
Buongiorno a Lei, per noi il Global Summit è un evento centrale, ormai sono diversi anni che partecipiamo e ogni anno ci lascia sempre più che soddisfatti! Anche quest’anno ci aspettiamo un evento all’insegna dell’innovazione e della professionalità.

Siamo ormai nel secondo semestre di quello che da più parti è stato indicato come un anno di ripresa, dopo un decennio di grande crisi. Come sta andando il vostro 2017? Vedete segnali importanti per un periodo di crescita, già dal 2018?
Il semestre appena trascorso ha visto una netta inversione di tendenza negli investimenti logistici delle imprese a cui Infolog si è rivolta (+30 % è stata la crescita di Infolog nel 2017), premiando in particolar modo il grado di innovazione raggiunto ed i risultati operativi in termine di ROI e saving ottenuti da ogni progetto.
In futuro punteremo verso una operatività sempre più semplice, precisa e veloce come un “navigatore satellitare”, ma supportata da sistemi software sempre più intelligenti.

Ci sono delle novità che presenterete al #GLMSummit17 o un prodotto o servizio che metterete in qualche modo in evidenza o di cui volete accennare in queste righe?
Parleremo di WMS 4.0 ed in particolare di “Regia Attiva”, il sistema intelligente che ha rivoluzionato il funzionamento della Logistica Operativa nelle più eccellenti aziende Italiane e internazionali .

Si fa un gran parlare di Industria 4.0, una sfida importante per un futuro (che in molti modi è già presente) che ci riserva enormi cambiamenti. Come state affrontando questa sfida e cosa consigliate ai vostri clienti, per crescere in questa direzione?
Industry 4.0 è un modello innovativo, concreto e non rinunciabile, che porterà le imprese a decretare il proprio successo o insuccesso, in tempi dimezzati rispetto al passato. La “Smart Factory”, cioè il modello di fabbrica automatica dove macchine, uomini e informazioni digitalizzate si muovono in modo sincronizzato in una ottica di “processo continuo e dinamico” sarà alla portata di qualsiasi azienda (tranne le microimprese) culturalmente preparata.
Infolog è dal 2010 che applica con successo le estensioni della Logistica 4.0 al proprio software WMS INTELLIMAG integrando sensoristiche, un sistema nativo FGS (Forklift Guidance System) ed i più moderni sistemi RTLS (Real-time Locating System) come il GPS, tutto sincronizzato dal famoso schedulatore asincrono intelligente proprietario “Regia Attiva” , il fiore all’occhiello della nostra società, ormai adottato dalle maggiori Industrie e Brand a livello nazionale e internazionale.

Quale sarà, secondo voi, il cambiamento più impattante per il settore, nei prossimi 10 anni?
L’intelligenza, la tecnologia e la potenza dei sistemi “software” ovviamente, è su questo terreno che le aziende vinceranno o perderanno la sfida.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 15 e 16 novembre a Lazise.

Giorgio Tesorieri, Vicepresidente di Infolog SpA

Intervista a Fabio Valgimigli, Managing Director di Quin

Intervista a Lorenza Cantaluppi, Sales&MKTG Manager GEFCO Italia

Intervista ad Arcangelo D’Onofrio, CEO di TEMERA

Intervista a Francesco Stolfo, Partner ToolsGroup

Resta in Contatto