close

Intervista a Brunella Brindani, Account Executive di copiaincolla

Buongiorno Brunella, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GEDSummit17. Cosa vi aspettate da questo evento ed eventualmente cosa avete apprezzato delle altre partecipazioni?
Ci aspettiamo sicuramente un rinfresco a fine giornata! E possiamo dire che delle altre partecipazioni abbiamo apprezzato i risultati che abbiamo visto dopo.

Ogni anno che passa sembra lasciare sulla sua strada uno o più trend di marketing in grado di caratterizzarlo. Molti, ad esempio, hanno visto nel 2016 l’anno dei video, soprattutto di quelli in live streaming. Il 2017 sta per arrivare al giro di boa, secondo voi qual è o quali sono i trend di quest’anno?
Difficile parlare di trend dell’anno, molto più facile invece parlare di trend del mese o, addirittura, del giorno. Il carpe diem non è mai stato importante come in quest’ultimo periodo. Pensiamo all’instant marketing sui social, questione di tempismo, di sapere cogliere l’informazione giusta e trovare immediatamente l’idea giusta. Niente brief, niente brain, niente scadenze. Dà anche un certo senso di adrenalina devo dire! Ma per quanto si reagisca velocemente, c’è da ricordare che anche il pubblico tende a cambiare strada altrettanto velocemente.

Verrete al #GEDSummit17 per presentare in particolare qualche novità oppure siete aperti con le vostre proposte all’ascolto delle aziende visitatrici e delle loro necessità e richieste?
Diciamo che se non si è in grado di ascoltare le novità non arrivano. Magari possono sembrare novità a noi, ma non agli altri. E viceversa, naturalmente. Come prima cosa va ascoltata ogni singola e diversissima necessità, e l’altrettanto singola e diversissima novità arriva solo dopo quel passaggio.

Quali sono, secondo voi, le sfide più importanti che attendono le aziende nel corso del 2017, con particolare riferimento al mondo dell’Ecommerce e del marketing online?
Avere sempre la risposta pronta. Quello che vorrei anche per mio marito quando mi chiede dove sono i calzini o la giacca o a quanti gradi va la lavatrice: un bot. Un bot che gli rispondesse: “Dove sono sempre stati negli ultimi 10 anni!” o, se è un bot più gentile e paziente di me, “Nel primo cassetto del comò, amore”.
Il marketing online sta diventando come quando ci si perde: se si ha tempo o si è in mezzo al nulla si usa l’app, se si ha fretta o si è in città, si chiede a un passante. Ecco, i bot sono i nuovi passanti a cui chiedere “Scusi, sa per caso bla bla bla?”. Bot, come botta e risposta, come scambio immediato di informazioni, come interazione.

Rimanendo sul discorso Ecommerce e automazione: questa era di chat bot e di nuove tecnologie è in grado di sostituire l’uomo e di fare meglio, sia in termini qualitativi che quantitativi; non vedete il rischio che questo possa progressivamente allontanare le persone dagli Ecommerce per riportarli nei negozi fisici?
Beh, che le persone si rechino ai negozi fisici non è per forza un male. Che si rechino solo nei negozi fisici, allora sì. Ma anzi, il chat bot è un aiuto per l’e-commerce, non il contrario. Non vanno visti come alternative aut aut, ma come uno complementare all’altro. Il chat bot aiuta le aziende nelle relazioni con i possibili acquirenti: l’e-commerce è il negozio, il chat bot è il commesso (che però non parla se non interpellato!).

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a giugno a Bentivoglio (BO).
Grazie a voi. A proposito, ce l’avete il bot del GEDSummit? Così al prossimo appuntamento vi facciamo qualche domanda anche noi!

Brunella Brindani, Account Executive di copiaincolla

Global Summit E-commerce & Digital

Intervista ad Andrea Mariotti, Sales Manager di MagNews

Il programma del 3° Global Summit E-commerce & Digital

Intervista a Mattia Gazzabin, responsabile commerciale RSW Studio

Resta in Contatto